Nissan Vmotion 2.0

“Vmotion 2.0 è un’eccezionale sintesi della futura visione di Nissan in materia di design: linee esterne dinamiche e innovative unite a una particolare attenzione per l’abitacolo” ha dichiarato Mamoru Aoki, Executive Design Director di Nissan Global Design Strategy presso Nissan Motor Co., Ltd.

Scolpita e allo stesso tempo fluida, Vmotion 2.0 apparentemente sembra solo preannunciare, sebbene con forti connotazioni da concept-car come le porte che si aprono ad anta d’armadio e l’interno molto futuristico, come potrebbe presentarsi la prossima generazione dell’Altima.

Nissan-Vmotion_2.0

Tuttavia, altri fattori sostengono, invece, la tesi che la Vmotion 2.0 sia un concentrato di soluzioni, stilistiche e tecniche, nonché di tecnologie che si vedranno anche su tante altre Nissan di domani. Ma non è tutto perché se a Detroit, un salone che in fatto di novità questa volta non ha certo brillato a livello di proposte realmente inedite, sono sbarcati anche Carlos Ghosn numero 1 dell’alleanza Renault-Nissan e il responsabile globale del design del brand nipponico, Shiro Nakamura, la rilevanza dell’oggetto assume una bella consistenza.

Nissan-Vmotion_2.0

Infatti, se l’evoluzione dello stile evidenziato da vesti con tratti decisi che generano un’accentuata profilatura aerodinamica può costituire un test per capire se la clientela può apprezzare un cambiamento di rotta molto deciso rispetto all’attuale corso, quanto si cela sotto i lineamenti è la sintesi delle più avanzate tecnologie che Nissan mette in campo a partire da questo periodo.

Nissan-Vmotion_2.0
La berlina, che misura 486 cm, presenta una linea aggressiva e tagliente che movimentano la carrozzeria. Il frontale ha una prominente calandra a “V”, come gli ultimi modelli e gruppi ottici sottili. Dalla vistosa V frontale si dipartono tutte le linee che caratterizzano questa sinuosa berlina, caratterizzata dall’ormai classico tetto ad effetto sospeso che prosegue fino al lunotto posteriore.

Dettagli come i fari a boomerang e il trattamento della carrozzeria ad effetto scolpito (denominata Emotional Geometry) rendono la vettura sportiva e moderna, oltre che personale. Il tutto è enfatizzato da una vernice multistrato che cambia tonalità a seconda della luce. La fiancata infine si fa notare per l’apertura delle porte ad armadio che, complice un passo particolarmente abbondante, dovrebbe assicurare una grande abitabilità e facilitare l’accesso.

Nissan-Vmotion_2.0

Dentro l’abitacolo regna invece un ambiente moderno e rilassato, con quattro poltrone comode a cui è garantito l’accesso ad una strumentazione impostata secondo il concetto “Gliding Wing”, che consente anche al passeggero frontale di notare le indicazioni, tramite un ricercato schermo distribuito in estensione sulla plancia.

Nissan-Vmotion_2.0

Pelle e legno, lavorati con tecniche ad alta precisione, enfatizzano ancora di più la sensazione di lusso e spazio. Un piccolo volante, a forma di cloche, suggerisce che anche qui è presente un sistema avanzato di guida assistita. Anche i passeggeri in seconda fila dispongono di un altro display di supporto.

Nissan-Vmotion_2.0

Infine, lo stile minimalista dell’abitacolo è esaltato dalla colorazione metallica, in particolare l’impiego della tinta “Silver Copper”, risultato di un mix esclusivo tra rame e altri metalli, per un effetto stratificato con sfumature e riflessi diversi nei vari punti della carrozzeria.

Nissan-Vmotion_2.0

La vettura è anche la massima espressione delle tecnologie del programma Nissan Intelligent Mobility, il progetto che l’azienda sta portando avanti con l’obiettivo di raggiungere zero emissioni e zero incidenti. Alcuni elementi della vettura, come la griglia frontale e il diffusore posteriore, si illuminano generando avvisi a pedoni o altri automobilisti in caso di frenate di emergenza o situazioni in cui la sicurezza è compromessa.